details - Sebastiano Occhino Fotografo

Vai ai contenuti

Menu principale:

DECONTESTUALIZZAZIONI DELLA FONTANA FALCONIERI DI MESSINA

Questa "lettura fotografica" della fontana è stata presentata a Messina il 13 maggio 2012 presso la Chiesa di S. Maria Alemanna, nel quadro degli "Incontri Concerto - Identità collettiva nella complesità urbana" promossi dall'Associazione "Il Circolo", in occasione della conferenza "L'acqua a Messina".

Le immagini fanno parte di un più ampio progetto di analisi di particolari, elementi decorativi e monumenti  cittadini che una volta isolati dal loro contesto, spesso degradato dalla presenza di elementi di disturbo visivo tra i più disparati, recuperano l'originale dignità di prodotti d'arte, spesso di grande qualità, diventando a loro volta la base per la creazione  di opere dotate di una valenza espresssiva propria.

La fontana Falconieri, dal nome del suo progettista, l'architetto Carlo Falconieri, fu inaugurata nel 1843. Gravemente danneggiata dal sisma del 1908, nel 1975, dopo il restauro, è stata collocata nell'attuale piazza Basicò, in un contesto assai infelice, circondata da macchine in sosta, cartelli pubblicitari, scellerate fioriere di stile moderno.
Le quattro figure in ghisa rappresentano grotteschi animali con corpo di cavallo e, rispettivamente, teste di uomo, di uccello, di pesce e di leone.

La fontana è stata ripresa in situazioni di luce ottimali, ulteriormente controllate dall'uso di fonti di illuminazione artificiali, quindi ripulita dallo sfondo ed ottimizzata.
 
Sebastiano Occhino Fotografo - P.IVA: 03136990839 - Copyright 2015, all rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu